Titolo:

Uccelli – Birds

Manifesto:
Curatori:
Data:
11/05/1996 - 12/05/2003
Immagini:
Descrizione:

UCCELLI – BIRDS

Nel linguaggio comune i termini “natura” ed “esterno” spesso coincidono. Tutto ciò che sta al di fuori di noi appartiene ad una naturalezza ferina, che contrasta con la naturalezza pulita, civile, di cui siamo i depositari. Per questo c’è una barriera tra noi e l’esterno. Questa ci salvaguarda e ci pone fuori dall’ambito dei componenti naturali, anzi da sottomettere a noi. Solo recentemente l’uomo non si sente più depositario di qualsiasi royalty nei confronti della natura, non si sente più in diritto di esercitare su di essa alcuna prelazione. Si conferma così l’atteggiamento di apertura manifestata dalla democrazia dei linguaggi tecnici, che da sempre si nutrono dell’apporto dei dilettanti, più vicini all’entusiasmo dell’arte che al rigore della scienza, in perfetta e segreta simbiosi con gli animali.

Il convegno Uccelli / Birds di Paliano si tiene l’11 e 12 Maggio 1996. Questo nasce col tentativo di unire diversi specialismi, tutti in rispettoso ascolto dei mirabili equilibri che sottostanno alla natura. Birds cerca di fare il punto di un sapere che non presuppone la centralità dell’uomo all’interno del creato. Cerca di recuperare una condizione migratoria. Una condizione di sorpresa e accoglienza del creato. Il volo è di prassi nei procedimenti artistici, in cui da sempre scienza ed estetica sono uniti nella ricerca di territori e di modelli più veri e naturali.

Dopo l’utilizzazione per i fini più concreti dei volatili (alimentazione, trasporto), si cerca una maggiore approfondimento dei valori simbolici (come il piumaggio). Oppure esistenziali (come la migrazione) protesi da questi animali.

Dietro il fascino che esercitano gli uccelli, occorre riconoscere che essi coniugano vari aspetti fondamentali della ricerca umana. Infatti con il volo la fisica e la geografia, con il canto la musica, col piumaggio l’estetica, con il comportamento l’etologia. Tutti questi aspetti erano fusi nel sapere animistico, per questo spesso gli uccelli sono stati utilizzati come animali-totem.

Dopo la concezione della natura come una proprietà esclusiva dell’uomo, in seguito all’urgente necessità di cure gridata dall’ecologia, il modo di rapportarsi alla natura è completamente cambiato.

Hanno partecipato: Herbert Brandl, Matt Collishaw, Mark Dion, Jimmie Durham, Carsten Holler, Fabrice Hybert, Koo Jeong – A, Eva Marisaldi, Rudi Molacek, Vettor Pisani, Rosemarie Trockel, Giuseppe Bogliani, Jean Boivin, Claudio Carere, Christine Jackson, Fulco Pratesi, Rupert Sheldrake, Enzo Tiezzi.