Titolo:

Bicycling Roma

Manifesto:
Curatori:
Data:
27/09/2006 - 31/12/2006
Immagini:
Descrizione:

Dal Vaticano a Piazza della Repubblica senza ritorno – Bicycling Roma video / dvd 16 min. Roma, 2006

Prodotto da RAM Roma è una città piena di motorini (e macchine) ma senza biciclette. Durante i 16 minuti del mio tragitto in bicicletta, non ho incontrato alcun ciclista, ma molti motorini e scooters. (Le donne guidano gli scooters con i tacchi alti!! e gli uomini indossando il completo!).
In termini di traffico, questa città ha bisogno di un radicale cambiamento. Il mio consiglio è di realizzare piste ciclabili, dei taxi-biciclette e un sistema gratuito di punti di scambio di biciclette (come avviene a Vienna e in altre città) per fare sì che i miracoli accadano ancora.
Come in tutti i miei video in bicicletta, metto alla prova il carattere delle strade di Roma, andando contromano senza tenere il manubrio. A Roma, ho deciso di percorrere il tragitto che unisce due luoghi che significativamente definiscono la città non soltanto dal punto di vista geografico ma anche storico e istituzionale. Topograficamente, il Vaticano e la Piazza della Repubblica (la piazza principale dedicata alla democrazia italiana) sono due spazi opposti, uniti da un importante asse stradale. Il video prende avvio dal raduno della folla, che appare e si sente all’inizio, che si svolge ogni mercoledì mattina per l’incontro con il Papa.

Non voglio essere uno stunt-man del mondo dell’arte (non c’è prezzo che giustifichi il mio rischio in bicicletta = uno sbaglio e mi fanno fuori) né ho istinti suicidi, seguo soltanto la logica del gioco – occupando più o meno la parte centrale delle strade. La distanza percorsa ha soltanto 3 piccole strade a senso unico e perciò non sono stato esposto per troppo tempo ai pazzi guidatori di Roma (alle moto e agli scooters della città!!). Per il resto dei 16 minuti trascorsi sulla strada ho cercato di restare incollato alla striscia centrale in una faticosa competizione per conquistarla.

PS: Vedete il grande classico del cinema italiano Ladri di biciclette.

Rainer Ganahl, 2006