Titolo:

EDITING

Manifesto:
Data:
06/10/2005 - 01/10/2006
Immagini:
Descrizione:

Forse nessuna città meglio di Gorizia dà espressione a tante idee circolanti nell’arte contemporanea. Questa città è stata separata da un muro, che di questa duplicità ha fatto la sua apertura e il suo fascino, così esibisce la sua natura di cerniera tra due realtà che devono dialogare tra loro e produrre un nuovo linguaggio nato dal loro incontro. Nel caso di Editing il desiderio era di trovare un luogo di pubblicazione, edizione, delle realtà emergenti per l’arte contemporanea dell’Est. Il risultato è stato un momento aggregativo che ha coinvolto organizzazioni provenienti da: Austria, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Ungheria, Macedonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia. Il panorama era inevitabilmente variegato e i materiali presentati hanno dato una versione alternativa di dialogo rispetto alla prassi corrente. Editing nasce col desiderio dell’inclusione, col desiderio di minare alla base quelle forme che chiedono la differenza e la realizzano con l’esclusione. Per ottenere questo Editing si pone nel cuore della disgiunzione, dell’ibrido, che è il messaggio stesso dell’arte. Per questo occorre attivarsi per rendere visibile, pubblicare, cioè rendere plurale e comune, strappato via dalla clausura egotica. Mai più esclusioni. In questo incrocio praticabile si crea un linguaggio che è contagio, valico del confine, in opposizione alla censura di ogni tipo.

Hanno partecipato:

6 – 9 ottobre 2005: Reinhard Bernsteiner, Heiri Häfliger, Anton Herzl – Atelier Franz West (Vienna, A) Margarethe Markovec, Angelika Maierhofer- Rotor (Graz, A) Iara Boubnova – ICA (Sofia, BG) Nicole Hewitt, Davorka Peric – Visura Aperta (Istria, HR) Jiří Ptáček – Umělec Magazine (Prague, CZ) Annja Theobald – Revolver (Frankfurt, G) Franka Kassner, Markus Merkle – MPPZ (Munich, G) Emilio Fantin (Bologna, I) Ljupcho Isijanin, Biljana Petrovska – Elementi (Bitola, MK) Cosmin Costinas, Ciprian Muresan – Version Magazine (Cluj-Napoca, RO) Saša Janjić, Aleksandar Vasiljević – Remont (Beograd, SCG) Mira Keratová, R. Fajnor- Billboart (Bratislava, SK) Alenka Gregorič, A. Ravnikar – Škuc (Ljubljana, SLO) Hajnalka Somogy – Trafo (Budapest, H) Nikolett Erõss – Cab (Budapest, H)

#1 – febbraio 2006: Vladimir Peric, Petar Mirkovic (with the support of CEI Artists in Residence Programme) – selected by Remont (Beograd, SCG) Miriam Mone e Markus Gansberger (UNZ) – selected by Rotor (Graz, A)

#2 – aprile 2006: PH.ON -Dario D’Aronco + Roberto Gammone- (Italy), Vesna Bukovec, Metka Zupanic, Lada Cerar (Slovenia)

#3 – luglio 2006: Dorota Kenderova, Martin Piacek (Slovacchia), Hainalka Bessenyei (Romania)

– #4 – settembre – ottobre 2006: Vlad Nanca (Romania), Tanja Dabo, Antun Bozicevic (Croatia), Kosta Tonev (Bulgaria)